Un laboratorio unico per la diagnosi del cavallo

Stranglers - Streptococcus equi, qPCR - Equigerminal

Strangolatori - Streptococcus equi, qPCR

Venditore
Equigerminal
Prezzo regolare
$61.00
Prezzo di vendita
$61.00
Prezzo unitario
per 
Tasse incluse.

Test dei patogeni 

  • Il qPCR test rileva il genoma (ADN) di Streptococcus equi, il patogeno (batteri) responsabile degli strangolatori.

Campione

  • Tampone nasofaringeo - tampone asciutto (vedi Linee guida AAEP
  • Tamponi nasali o linfonodi drenanti
  • Lavaggi gutturali

Tempo di consegna

  • Da 2 a 5 giorni lavorativi

 

Cos'è Stranglers?

  • Lo strangolamento è un'infezione delle vie respiratorie superiori dei cavalli altamente contagiosa causata dai batteri Streptococcus equi sottospecie equi (S. equi). Si trasmette per inalazione o contatto diretto con superfici contaminate (ad esempio cavalli che condividono secchi d'acqua). I batteri colonizzano le tonsille e la faringe del cavallo entro poche ore dall'infezione, quindi infettano i linfonodi sotto e dietro la mascella con conseguente ascesso di queste strutture giorni dopo. I cavalli sviluppano inizialmente la febbre, ma in genere non sono contagiosi durante le prime 48-72 ore.
  • Raramente, l'infezione si diffonde ad altre parti del corpo provocando ascessi in altri organi come intestino, reni, polmoni, milza o fegato. Questo è spesso chiamato "strangolamento bastardo" o ascessi metastatici.
  • Alcuni cavalli possono sviluppare una reazione di ipersensibilità ai batteri con esposizione ripetuta sotto forma di infezione o vaccinazione altrimenti nota come porpora emorragica. I cavalli che sviluppano i segni clinici classici e non sono trattati con antibiotici hanno il potenziale per sviluppare una protezione immunitaria fino a cinque anni.

Segnali clinici

  • I segni clinici classici includono prima la febbre (spesso >103°F o 39,5°C), seguita da uno o più dei seguenti sintomi: depressione, secrezione nasale spessa e ingrossamento dei linfonodi sotto la mascella e/o nella regione dell'aggancio della gola. I linfonodi ascessi possono drenare esternamente o nelle tasche gutturali (sacche cieche collegate alla gola nei cavalli) con conseguente secrezione nasale. I cavalli che sono stati vaccinati per strangolamento o i cavalli che hanno una precedente immunità parziale possono sviluppare segni più lievi di infezione del tratto respiratorio superiore.
  • I casi di strangolamento bastardo possono sviluppare segni di coliche, febbre e/o perdita di peso con o senza una storia di precedente malattia da strangolamento o esposizione. I cavalli con porpora emorragica possono sviluppare edema della testa, del tronco e/o delle gambe; e vasi sanguigni rotti o lividi delle mucose della bocca, degli occhi e del naso. Ulteriori segni possono includere febbre, grave depressione e tensione muscolare. La gravità dei sintomi nei casi di porpora emorragica varia da lieve a pericolosa per la vita.

Trasmissione

  • Lo strangolamento è causato dall'esposizione orale di un cavallo a S. equi batteri. Una volta all'interno del cavo orale, i batteri invadono le tonsille e successivamente colonizzano i linfonodi.
  • I batteri possono essere trasmessi attraverso il contatto con pus o secrezioni nasali di un cavallo infetto, o da lettiere o attrezzature della stalla contaminate (abbeveratoi, secchi, ecc.).
  • Le mosche possono anche agire come vettori, diffondendo i batteri da cavallo a cavallo.
  • Nelle giuste condizioni, S. equi può sopravvivere nell'ambiente per settimane o mesi.
  • Esposizione di un cavallo a S. equi non significa necessariamente che cadrà con strangolamenti. I fattori che influenzano il rischio di malattia includono la dose di batteri (la scarsa igiene e il contatto diretto con le secrezioni nasali e il pus aumentano la possibilità di malattia); stato immunitario del cavallo. I cavalli precedentemente esposti sono spesso immuni alla malattia o non si ammalano come i cavalli non esposti.Durante i primi tre-sei mesi di vita, i puledri sono spesso protetti dagli anticorpi materni La vaccinazione può anche aumentare la resistenza alla malattia; stress (cattiva alimentazione, sovraffollamento, lunghi trasporti o malattie preesistenti aumentano il rischio di strangolamento).
  • Gli strangolamenti possono essere trasmessi da "sparatori silenziosi" che non mostrano segni di malattia. Questi cavalli trasportano comunemente l'organismo degli strangolamenti nella sacca gutturale, una sacca d'aria nella parte posteriore della gola del cavallo. Il rilevamento di questi animali richiede l'endoscopia della sacca gutturale (il passaggio di un endoscopio attraverso il naso del cavallo nella sacca gutturale). Lo strangolamento è più comunemente trasmesso da cavalli in condizioni acute o in via di guarigione che stanno ancora perdendo batteri nelle loro secrezioni nasali. I risultati della coltura batterica hanno un tempo di risposta da 2 a 3 giorni. Il test del DNA noto come reazione a catena della polimerasi (PCR) richiede meno di un giorno. Tuttavia, potrebbero essere necessari da 1 a 2 giorni aggiuntivi per inviare i campioni al laboratorio.

Prevenzione

  • La biosicurezza nell'allevamento è necessaria per prevenire la diffusione della malattia.
  • Isola i nuovi cavalli per tre settimane prima di introdurli al resto della popolazione.
  • Isola qualsiasi cavallo con febbre e segni di strangolamento.
  • Non condividere finimenti o equipaggiamento tra cavalli malati e altri
  • Esegui il monitoraggio due volte al giorno delle temperature rettali di tutti i cavalli in un focolaio per identificare nuovi casi.
  • Interrompi tutti i movimenti dei cavalli da e verso la fattoria quando viene identificato uno strangolamento.
  • Disinfetta quotidianamente i secchi dell'acqua.
  • Utilizzare una rigorosa igiene tra i cavalli per ridurre la diffusione della malattia.
  • Idealmente, tre campioni di lavaggio della gola sono ottenuti da cavalli in recupero e da tutti i cavalli che erano in contatto con cavalli malati a intervalli approssimativamente settimanali e testati per  S. equi subsp equi mediante PCR e coltura. L'identificazione di batteri strangolatori nei cavalli guariti clinicamente può significare che le tasche gutturali hanno conservato qualche infezione. L'endoscopia delle tasche gutturali fornisce la visualizzazione di qualsiasi pus o detriti secchi (condroidi) che ospitano i batteri. Un piccolo numero di cavalli si riprenderà dagli strangolamenti e continuerà a liberare batteri dalla sacca gutturale, causando epidemie ricorrenti. Il rilevamento e il trattamento di questi "portatori silenziosi" (S. equi batteri nelle tasche gutturali) tramite endoscopia e PCR è essenziale per prevenire la recidiva della malattia in un allevamento.
  • Discutere i tipi di vaccinazione e le raccomandazioni con il veterinario. La vaccinazione non fornisce un'immunità del 100% contro  S. equi infezione. La vaccinazione non è raccomandata durante o entro due anni da un focolaio di strangolamento a causa dell'aumentato rischio di porpora emorragica.
.