Un laboratorio unico per la diagnosi del cavallo

Rhinopneumonitis (EHV-1&4), ELISA - Equigerminal

Rinpolmonite (EHV-1 e 4), ELISA

Venditore
Equigerminal
Prezzo regolare
$48.00
Prezzo di vendita
$48.00
Prezzo unitario
per 
Tasse incluse.

Test dei patogeni 
  • Questo test ELISA rileva anticorpi contro l'herpesvirus equino di tipo 1 ( EHV-1) e all'Equine Hespesvirus tipo 4 (EHV-4), i 2 agenti responsabili della rinopolmonite.

  • Test ELISA con ab tritazione.

Campione

  • 5 ml - sangue - provetta siero

Tempo di consegna

  • Da 2 a 5 giorni lavorativi

 

Cos'è la rinopolmonite?

  • Rinopolmonite equina (ER) è un termine collettivo per una qualsiasi delle numerose malattie cliniche altamente contagiose degli equidi che possono verificarsi a seguito dell'infezione da uno dei due herpesvirus strettamente correlati, l'herpesvirus dell'equide-1 e - 4 (EHV-1 e EHV-4).
  • L'infezione da EHV-1 o EHV-4 è caratterizzata da una malattia primaria delle vie respiratorie di gravità variabile correlata all'età e allo stato immunologico dell'animale infetto. Le infezioni da EHV-1 in particolare sono in grado di progredire oltre la mucosa respiratoria per causare le manifestazioni patologiche più gravi di aborto, morte perinatale del puledro o disfunzione neurologica.

Segnali clinici

  • Il periodo di incubazione (periodo di tempo dall'esposizione allo sviluppo dei primi segni clinici) varia da 2 a 10 giorni.
  • I segni respiratori per EHV-1 ed EHV-4 includono febbre alta che dura da 1 a 7 giorni, tosse, depressione, inappetenza (interruzione della alimentazione) e secrezione nasale.
  • L'aborto di solito avviene tra il 7° e l'11° mese di gestazione, circa 2-12 settimane dopo l'infezione.
  • Non ci sono prove che il tratto riproduttivo della cavalla sia danneggiato e ciò non pregiudica la sua capacità di concepire nelle gravidanze successive.
  • I segni di malattia neurologica per EHV-1 ed EHV-4 includono lieve incoordinazione, paralisi degli arti posteriori, decubito (sdraiarsi e non riuscire ad alzarsi), perdita della funzione della vescica e della coda e perdita di sensibilità alla pelle intorno al zone della coda e degli arti posteriori.

Trasmissione

  • La trasmissione si verifica quando cavalli infetti e non infetti entrano in contatto diretto (contatto naso a naso) o indiretto (attraverso secchi, indumenti, coperte contaminati) con secrezioni nasali di cavalli infetti.
  • Il virus può viaggiare tramite aerosol (nell'aria) per brevi distanze.
  • Il virus può essere trasmesso anche per contatto con feti abortiti, fluidi placentari o placente di cavalli infetti.
  • Inoltre, a seguito di infezione, i cavalli possono diventare portatori latenti di EHV; il virus può essere riattivato dopo stress o dosi elevate di corticosteroidi.
  • Al rilevamento di segni clinici suggestivi di EHV, il veterinario può scegliere di prelevare un tampone nasofaringeo (naso e gola) del cavallo, un campione di sangue o un tessuto dal feto abortito per rilevare il virus nei tessuti. Possono essere prelevati anche campioni di sangue accoppiati per il rilevamento dei triti anticorpali (livelli).
  • Il trattamento prevede cure di supporto e trattamento dei sintomi. I farmaci antinfiammatori non steroidei sono comunemente usati per ridurre la febbre, il dolore e l'infiammazione.
  • Nei casi semplici, il recupero completo avverrà in poche settimane.
  • I cavalli con malattie neurologiche hanno tassi di guarigione variabili a seconda della gravità dei segni clinici. La prognosi è sfavorevole se il cavallo è sdraiato (incapace di stare in piedi) per un lungo periodo di tempo.
  • Il cavallo deve essere lasciato a riposo fino al completo recupero e ripreso gradualmente al lavoro.

Prevenzione

  • La trasmissione si verifica quando cavalli infetti e non infetti entrano in contatto diretto (contatto naso a naso) o indiretto (attraverso secchi, indumenti, coperte contaminati) con secrezioni nasali di cavalli infetti.
  • Il virus può viaggiare per aerosol (nell'aria) per brevi distanze
  • Il virus può essere trasmesso anche per contatto con feti abortiti, fluidi placentari o placente di cavalli infetti.
  • Inoltre, a seguito di infezione, i cavalli possono diventare portatori latenti di EHV; il virus può essere riattivato dopo stress o dosi elevate di corticosteroidi.
  • Al rilevamento di segni clinici suggestivi di EHV, il veterinario può scegliere di prelevare un tampone nasofaringeo (naso e gola) del cavallo, un campione di sangue o un tessuto dal feto abortito per rilevare il virus nei tessuti. Possono essere prelevati anche campioni di sangue accoppiati per il rilevamento dei livelli (livelli) di anticorpi.
  • Il trattamento prevede cure di supporto e trattamento dei sintomi. I farmaci antinfiammatori non steroidei sono comunemente usati per ridurre la febbre, il dolore e l'infiammazione.
  • Nei casi semplici, il recupero completo avverrà in poche settimane.
  • I cavalli con malattie neurologiche hanno tassi di guarigione variabili a seconda della gravità dei segni clinici. La prognosi è sfavorevole se il cavallo è sdraiato (incapace di stare in piedi) per un lungo periodo di tempo.
  • Il cavallo deve essere lasciato a riposo fino al completo recupero e ripreso gradualmente al lavoro.
.