Un laboratorio unico per la diagnosi del cavallo

Anaplasma phagocytophilum, qPCR - Equigerminal

Anaplasma phagocytophilum, qPCR

Venditore
Equigerminal
Prezzo regolare
$61.00
Prezzo di vendita
$61.00
Prezzo unitario
per 
Tasse incluse.

 Test dei patogeni 

  • Il test qPCR rileva il genoma (DNA) di Anaplasma phagocytophilum, il batterio (precedentemente noto come Ehrlichia phagocytophila e Ehrlichia equi) responsabile dell'anaplasmosi equina.

Campione

  • 5 ml - sangue - provetta K3 EDTA

Tempo di consegna

  • Da 2 a 5 giorni lavorativi

 

Cos'è l'anaplasmosi equina?

  • L'anaplasmosi è una malattia trasmessa dalle zecche causata dal batterio Anaplasma phagocytophilum che infetta i globuli bianchi. La malattia è trasmessa dalle zecche. Il rischio di trasmissione alle persone non è chiaro in questo momento.
  • Sebbene i cavalli e le persone sembrino essere infettati da ceppi degli stessi batteri, si ritiene che le persone contraggano l'infezione anche dalle punture di zecche e non direttamente dai cavalli infetti.

Segnali clinici

  • La gravità dei segni varia con l'età dell'animale e la durata della malattia. I segni possono essere lievi.
  • I cavalli di età inferiore a 1 anno possono avere solo la febbre; i cavalli di età compresa tra 1 e 3 anni sviluppano febbre, depressione, lieve gonfiore degli arti e mancanza di coordinazione.
  • Gli adulti mostrano i segni caratteristici di febbre, scarso appetito, depressione, riluttanza a muoversi, gonfiore degli arti e ittero.
  • La febbre è massima durante i primi 1-3 giorni di infezione, ma può durare da 6 a 12 giorni. I segni diventano più gravi nell'arco di diversi giorni.
  • Qualsiasi infezione esistente (come una ferita alla gamba o un'infezione respiratoria) può peggiorare.

Trasmissione

  • La malattia è trasmessa dalle zecche.
  • Le zecche immature raccolgono il batterio dai roditori che fungono da serbatoi, lo mantengono mentre maturano e poi lo trasmettono al cavallo di cui si nutrono da adulti. Non è noto per quanto tempo il segno di spunta deve essere attaccato prima che si verifichi la trasmissione.
  • Sono necessarie circa 2-3 settimane dopo la trasmissione della malattia affinché il cavallo sviluppi segni clinici di anaplasmosi, il che significa che quando si notano i segni il segno di spunta è sparito da tempo.
  • Il fagocitofilo gli organismi infettano i neutrofili e gli eosinofili nel sangue.

Prevenzione

  • La malattia è facilmente curabile nelle fasi iniziali utilizzando antibiotici appropriati.
  • La gravità della malattia è variabile; molti cavalli guariscono dopo 14 giorni senza trattamento. Tuttavia, si sono verificati rari decessi che si ritiene siano associati a infezioni secondarie.
  • I cavalli con segni gravi e segni neurologici possono trarre beneficio dai corticosteroidi iniettabili.
  • I cavalli recuperati sviluppano l'immunità per almeno 2 anni e non sono portatori.
  • Le misure di controllo delle zecche sono obbligatorie per il controllo della malattia.
  • Non esiste un vaccino.